Il copresidente del KCDK-E, in sciopero della fame da 47 giorni, è in ospedale

Il copresidente del KCDK-E Yüksel Koç, in sciopero della fame a Strasburgo da 47 giorni, è stato portato in ospedale in seguito a un deterioramento delle sue condizioni di salute

Venerdì 1° febbraio 2019
Da 47 giorni 14 attivisti curdi sono in sciopero della fame a oltranza a Strasburgo per chiedere la fine del regime di isolamento imposto al leader del popolo curdo Abdullah Öcalan.
Le condizioni di salute del copresidente del KCDK-E Yüksel Koç, uno dei 14 attivisti, oggi si sono aggravate, ed è stata chiamata un’ambulanza. Il dottor Fahrettin Gülşen, che sta monitorando le condizioni di salute dei 14 attivisti, ha dichiarato che Koç soffre di sintomi di sovraffaticamento e dolori al petto e allo stomaco.

Dopo un iniziale trattamento da parte del personale dell’ambulanza, Yüksel Koç, che ha 55 anni, è stato trasferito in ospedale su suggerimento dei medici francesi. Koç ha accettato di essere ricoverato per un esame ma ha rifiutato di ricevere le cure consigliate dall’equipe medica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *