Donne dal Rojhilat inviano una lettera a Leyla Guven

Alcune donne dal Rojhilat hanno scritto una lettera per Leyla Guven e hanno dichiarato: “Traiamo forza dal tuo metodo e dai i tuoi sforzi per la libertà, e crediamo che riusciremo ad abbattere i muri e il sistema dittatoriale”.

93 donne dal Rojhilat (Kurdistan dell’Est) hanno mandato una lettera alla co-presidente del DTK e deputata dell’HDP Leyla Guven, che sta continuando il suo sciopero della fame contro l’isolamento imposto al leader del popolo curdo Abdullah Ocalan.

LA TUA RESISTENZA TRASCENDE OGNI LIMITE”

La lettera delle donne dal Rojhilat è la seguente:

Cara compagna Leyla,

Noi come donne del Rojhilat ti salutiamo con tutto il cuore e offriamo il nostro amore alla tua responsabilità e volontà. Hai continuato lo sciopero della fame per 83 giorni con grande resistenza. Anche se siamo fisicamente molto lontane, la tua lotta per la libertà e per la pace supera ogni distanza e ci unisce. La tua lotta e quella dei tuoi compagni ha annullato ogni limite e confine, noi ci sentiamo più vicine che mai a te e a tutte le donne che ricoprono il ruolo di leader.

Compagna Leyla, la tua resistenza contro il governo fascista e l’ideologia patriarcale è una resistenza per tutta l’umanità e ha valicato ogni confine, trasformandosi in un fenomeno che può dare forza e volontà di lotta a tutti i movimenti politici, specialmente i movimenti di donne che lottano contro un governo che persegue le sue politiche tiranniche. Tu hai dedicato tutta te stessa alle politiche per l’umanità e hai creato una nuova dimensione nella resistenza per tutti i gruppi in favore della libertà.

SEI DIVENTATA UNA SPERANZA CONTRO UN GOVERNO TIRANNICO”

Da lungo tempo il prodotto patriarcale dell’egemonia e del fascismo ha attaccato il Medio Oriente e ha basato i propri attacchi sul sistema capitalistico e il neoliberalismo. La situazione attuale è un grande pericolo per le donne e per l’intera società.

Il governo non rispetta le sue stesse leggi, e ha violato anche quelle internazionali, come la mozione del 2015 delle Nazioni Unite riguardo i prigionieri. La forza, la volontà, l’unità e la guida delle donne possono essere un’alternativa e una fonte di fiducia e speranza contro un governo tirannico. Noi traiamo forza dal tuo metodo e i tuoi sforzi nella lotta per la libertà, e crediamo di poter abbattere i muri e il sistema dittatoriale.

Noi come donne vogliamo mostrare che comprendiamo l’obiettivo di coloro che stanno scioperando e li appoggiamo con questa lettera. Stiamo anche chiamando tutti gli attivisti, le menti forti e le donne che lottano per la libertà, per l’umanità e per la pace, per dare voce alla vostra voce per le vostre per rompere il silenzio e per ottenere libertà per tutti i prigionieri politici.”

fonte: https://anfenglish.com/women/women-from-rojhilat-send-letter-to-leyla-guven-32531 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *